/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €8 EUR  or more

     

1.
2.
3.
04:22
4.
5.
6.
04:34
7.
8.
9.
10.
11.
12.
13.
06:03

credits

released April 1, 2016

tags

license

all rights reserved

about

Bobby Joe Long's Friendship Party Rome, Italy

contact / help

Contact Bobby Joe Long's Friendship Party

Streaming and
Download help

Track Name: Vortice de Totip
Se fossi un Ted Bundy
avrei un maggiolino color bronzo
del '68
se fossi un Toots Sweet
non avrei neanche il tempo
per uno sputo e una pisciata
se fossi un Patrick Bateman
la mia ombra
si staglierebbe netta
su ogni asfalto
bagnato
se fossi un Filippo Tommaso Marinetti
direi
Zang Tumb Tumb

E invece sto in un
Vortice De Totip
nella negletta Roma Est
vessato da ogni sorta de trip

E invece sto in un
Vortice De Totip
dove il pagliaccio
Pennywise
me fa Totaler Krieg

Se fossi un Mort Rainey
cercherei col lanternino
una testa da spaccare
con una pala
se fossi un azzimato
vitellone
sarei Franco Fabrizi
se fossi Roberto Pruzzo
la metterei dentro
sempre a Marassi
se fossi Peter Murphy
sarebbe
Stigmata Martyr

E invece sto in un
Vortice De Totip
nella negletta Roma Est
vessato da ogni sorta de trip

E invece sto in un
Vortice De Totip
dove il pagliaccio
Pennywise
me fa Totaler Krieg.
Track Name: Vlad Tor Tre Tepes
Sono in aperto
Conflitto
Col sole
Perché c'ha l'inguaribile
Vizio
Di definire
Sagomare
Contornare
Restituire
Ma è una causa
Persa
Che provo ad ovviare
Co' un paio di Ray-Ban
Modello Gatsby

Ho avuto
Diverse occasioni
Di normalità
Tutte scartate
Tutte in precedenza
Però
Contemplate
Perché mi offrivano
La possibilità
Di citare David Berkowitz
Quando reclamava
Mi ha molto ferito il fatto
Che tu mi abbia definito un misogino

Sono fuori tempo massimo
Per un sogno esotico
In business class
O per la fiera
Delle vanità
Ma sempre idoneo
Per una coda a tratti
Sulla tangenziale
Una bottiglia di Sangue Morlacco
O del gelato al pistacchio
Artigianale

Ho speso in guardaroba
Sempre più di quello
Che ho guadagnato
Perché se è vero che ogni giorno
E' buono per morire
Allora voglio rischiare di farlo
Ben vestito

Quanto è banale questo concetto
Vero?
E la tua vita invece!?

Ho avuto come precettore
Un quadrilatero di asfalto
Dove solo vago odio
Mezze frasi
Spersonalizzazione
Tra crude luci
Al neon
E ombre di passaggio
O stazionarie

Sono sempre stato
Fuori tempo massimo
Per un impiego ben pagato
O per un semplice attestato
Ma sempre idoneo
Per un sentimento mai speso
Per una coda a tratti sulla tangenziale
Per calarmi dall'alto
Come un vampiro
In un assassinio seriale.
Track Name: Serialità
Non vedo l'ora
di aprire il social network
per distrarmi
co' le innumerevoli
interessanti opinioni
dell'autorevole massa
riguardo
l'andazzo generale.

Non vedo l'ora
che la lucidità
venga meno
per scivolare
in un tranquillo sonno
che viene mancando
dai tempi in cui
impaziente
attendevo Santa Claus

Sono in empatia
solamente
con le mie nuove francesine
con dettagli
in metallo
all'ultimo occhiello
realizzate
in spazzolato lucido caffè

Mentre
me ne sto qui
che pedino
una avvenente donna
in tacco dodici
dal giusto abbigliamento
che mette in risalto
un gradevole portamento

È colpa di quel
qualcosa
che ho fin dentro
le ossa
e che poi fa capoccella
e di me s'imposessa

È colpa di
quel qualcosa
di cui io sono un semplice portatore
ma che è pronto
a lasciarmi
in assenza di dolore

Non vedo l'ora
a cose fatte
di caparmi
versi decabristi
dalla mia ben fornita
biblioteca

O di perdermi
in speculazioni
che lasciano
il tempo che trovano
su questioni
di mera statistica

In effetti il nostro
fine è
la statistica!

Veniamo al mondo
già truffati
non c'è nessun libero
arbitrio
siamo sapientemente
governati
dalle oppressive
forze della natura

È colpa di quel
qualcosa
che ho fin dentro
le ossa
e che poi fa capoccella e di me s'imposessa

È colpa di quel qualcosa
di cui io sono un semplice
portatore
ma che è pronto
a lasciarmi
in assenza di dolore.
Track Name: Quintiliani Next Stop Vergeltungswaffen
E' come quando
ti svegli aprilink
cominci ad aprire i link
sul tuo computer
e ti appare la finestra
co' la scritta
"il plugin non risponde"
è tutto un plugin che non risponde!

è come quando
sei contento di essere
ma lo scorrere del tempo
ti ricorda
che la tua vita sta al sesso
come una brutta parafilia

è come quando senti

QUINTILIANI
NEXT STOP
PONTE MAMMOLO
NEXT STOP
NERO INFERNO
NEXT STOP
VERGELTUNGSWAFFEN
VERGELTUNG
VERGELTUNG
VERGELTUNGSWAFFEN!

è come quando
c'hai il cipiglio costante
ed ogni sconosciuto lo vivi
come un probabile
Andrej Chikatilo

siete tutti come Andrej Chikatilo

è come quando
la casa non la soffri
e allora ti pettini i capelli all'indietro
e vesti Bryan Ferry
ed esci pur sapendo
dove vai a parare
pur sapendo
come va a finire

è come quando senti

QUINTILIANI
NEXT STOP
PONTE MAMMOLO
NEXT STOP
NERO INFERNO
NEXT STOP
VERGELTUNGSWAFFEN
VERGELTUNG
VERGELTUNG
VERGELTUNGSWAFFEN!
Track Name: Kiss Kiss Béla Kiss
Non distinguevo
Più il grigio dal rosso
Il rosso dal nero
Col pretesto
Del tabacco
Mi sono ritrovato
Sospeso
Sulla Prenestina
Tutto aveva
Una irreale patina
Come in un film
Di William Lustig
E al punto di
Incontro
Di tre vie
Un gatto nero
Mi soffiava
Cose del tipo
"Portatelo
a casa il Diavolo
Che fa salotto

Kiss Kiss
Béla Kiss".
Track Name: Maledici Et Millanta
Bisogna
maledire e millantare
co' libertà di
anziano
che gli anziani
son spugne
zuppe di esistenza
che perdono
gocce di pazzia
e alla fine
se la prendono
co' tutti
a cominciare
da loro stessi

Maledici
Maledici
Maledici
et
Millanta

Bisogna
restituire al mondo
tutto
il disagio
che avviluppa noi stessi
senza olio
d'oliva come
condimento
senza rigor
di logica
che la logica
ci ha portato
a Jovanotti
icona
e Vasco Rossi
laureato

Maledici
Maledici
Maledici
et
Millanta.
Track Name: Flauto De Vertebre
C'ho sempre avuto
Pe' Vladimiro Majakovskij
Un gran rispetto
Perché a differenza der poro Dostoevskij
Lui era uno Che alzava la cornetta
Alle 03:33 del mattino
E al primo "prrrronto?!" Di donna
Rispondeva secco "Adesso m'ammazzo!"
C'ho sempre avuto Un gran rispetto
Pe' 'r poro Vladimiro
Perché é il gelido vento
Che inaspettato arriva
E ti ricorda
Quello che tu vai dimenticando
Durante una pausa Estiva
Ovvero
che È tutto un flauto de vertebre
Dove anche se non cali le palpebre
So' solo tenebre
Dove gli scheletri
Non si limitano nell'armadio
Ma finiscono in dolce parata
A piazza Cesare De Cupis
É tutto un flauto de vertebre
Dove il conducente Del 541
È George Staub
Che sogghigna morte
Col suo alito in formaldeide
Ho sempre letto avido
Er poro Majakovskij
Co' la stessa avidità
Co' cui un Umberto Smaila
Leggeva per esteso
Un nudo di donna
E me lo sono sempre Ritrovato
Er poro Majakovskij
Un metro avanti
O al limite di fianco
Quando come un taxi driver
M'aggiravo in cattivi pensieri
Laddove
È tutto un flauto de vertebre...(segue ritornello)
Track Name: Sesso Coi Morti ( In Una Bara Piena De Topi)
Sirene d'ambulanza
Combo
Latrati de cane
Oggi Roma Est
Proprio bella M'appare
Le scarpe di vernice
Il vestito della festa
Sapete cosa vado a fare?
Sesso coi morti
in una bara piena de topi
Palazzi popolari sghembi
Indefinite ombre
Sulle pareti Di cemento
Vola un pipistrello
Sbadiglia un anziano
Questo è il decoro
Del mio quartiere Dormitorio
Sesso coi morti in una bara piena de topi.
Track Name: Notte Fuori ( feat. Maestro Ghedi )
Ricerco una soluzione
nella lettura d'evasione
personaggi fittizi
ben definiti
con una logica vendicativa
appagano in parte
le mie frustrazioni

Sono l'ombra alle spalle
di un lampione
i cristalli di ghiaccio
sospesi a mezz'aria
di questa nebbia
per nulla frequentata

Oramai l'orrore
ha trovato
se stesso
invaso me
saltando
dall'intermittenza
alla continuità
come un sibilo
proiettato verso una crescita
costante

Il mio corpo ne è la giusta
frequenza

Mi perdo negli
sbagli indefinibili - prima
mi ci disperavo
adesso non mi ci danno
neanche più
consapevole di essere già
perduto.
Track Name: Worship Siouxsie Sioux
E' un attacco di panico, un attacco di panico,
un attacco di panico,
una sensazione extracorporea,
worship worship,
Siouxsie Sioux!

Vedo tutto dall'alto
vedo Mater Tenebrarum
praticare la Palmiro Togliatti
vedo Mater Lacrimarum
lamentare clientela
è un attacco di panico
un attacco di panico
un attacco di panico
rivoglio il cinema italiano di genere
rivoglio prodotti nazionali come si deve
pretendo un coltello
e un cane Shar Pei
voglio la libertà di fare
su e giù
per via di Tor Cervara
strillando come una strega
COME UNA STREGA!

E' un attacco di panico, un attacco di panico,
un attacco di panico,
una sensazione extracorporea,
worship worship,
Siouxsie Sioux!

Fluttuo, forse cammino
mi sorprendo riflesso
su di un finestrino
quello che vedo non mi piace
quello che vedo è una rivisitazione
di Guerra e Pace
di Leone Tolstoj
in ombre cinesi
CINESI?!
TROPPI CINESI!

E' un attacco di panico, un attacco di panico,
un attacco di panico,
una sensazione extracorporea,
worship worship,
Siouxsie Sioux!

Cerco il nonsense raffinato
voglio fare l'ambulante abusivo
e promuovere la mia
mercanzia
co' un cartello dove c'è scritto
"qui snuff movie cinquanta
centesimi
cadauno
CADAUNO"

Voglio essere multato
voglio imbastire un aspro contraddittorio
con qualche tutore dell'ordine
voglio farmi sentire
voglio trascinare in territori
speciosi
ho bisogno di argomentare i miei punti di vista
devo smascherare l'incongruenza
LE INCONGRUENZE

E' un attacco di panico, un attacco di panico,
un attacco di panico,
una sensazione extracorporea,
worship worship,
Siouxsie Sioux!
Track Name: C'ho Una Troia Morta Sotto Il Materasso
Depressione/aggressività
Richard Cottingham!
Sevizia sevizia sevizia
Abrasioni/aggressività
Richard Cottingam!
Adesca adesca adesca
C'ho una
troia
Morta
Sotto
Il materasso
Che
Comunica Con me
Coi sottotitoli
In esperanto
Depressione/aggressività
Richard Cottingham
Sopravvento di fantasie Sessuali
C'ho una
troia
Morta
Sotto
Il materasso
Che
Comunica Con me
Coi sottotitoli
In esperanto
Track Name: Roma Est
Il tempo è un cerchio piatto
Roma Est
una pulsar
di bombe carta che appare
visibile al di fuori del tempo
e dello spazio
un residuo di sporcizia elettroluminescente
tra la criniera del nulla

Venerdì sera
una bottiglia di vino porto
cambio canale
e Luca Brasi dorme coi pesci
cambio canale
e Johnny il Bello
ha appena compiuto
la sua vendetta
cambio canale
e in un documentario in bilico
tra il crimine vero
e il sensazionalismo puro
Andrea Volpe
dichiara
un sincero pentimento

Siamo il cadavere
sul carro
il carro stesso
la liturgia che l'accompagna
e la fossa comune
che lo inghiottirà

Il tempo è un cerchio piatto
e tutto si ripete
ancora
ancora
ancora

Roma Est
è un vizio inestricabile
che l'orangotango
del delitto della Rue Morgue
era più comprensibile
durante il misfatto

Venerdì sera
mezza bottiglia di vino porto
Beatrice
una modella di Milano
carica sulla sua macchina
Jean-Michel Basquiat
che suona il clarinetto
su un marciapiede
di Nuova York
la cosa è altamente improbabile
e priva di senso
anche per un documentario
cambio canale
che Jean-Michel Basquiat
sta camminando
sfigato
per la Lower East Side
co' due tele sottobraccio

Non so il perché
ma mi riviene alla mente
l'immagine che credevo perduta
di un anziano
che nel passato
della mia vita
mi disse
"oggi butta
A TRAMONTANA"

Non so il perché
ma mi perdo in una strana
ansia
dove tutto è buio
e disabitato
e c'è solo
il gracidare
DELLE RANE

Non so il perché
ma sono entrato nella convinzione
che c'è un complotto
dove l'esecutivo
è rappresentato da
Cesare Cadeo e Maurizio Seymandi
che da abili
untori
rilasciano una misteriosa
sostanza
inodore
incolore
in cibi e bevande varie

Come mai
con quali fini
perché mai

Il tempo è un cerchio piatto
Roma Est
una pulsar di bombe carta
che appare visibile al di fuori
del tempo e dello spazio
e tutto si ripete
ancora
ancora
e ancora...